20.12.05

Vincenzo de Tommaso „Il tema della schiavitú nella letteratura cubana”, Roma 1990

Vocabolario spagnolo/italiano

negros de nación: schiavi provenienti dall’Africa
negros criollos: negri nati a Cuba
ladinos: negros criollos che conoscevano la lingua spagnola
bozales: negros criollos che non conoscevano la lingua spagnola
muleque: bozales fra i sei e quattordici anni
mulecón: bozales fra i quattordici e i diciotto anni
pieza de India: l’individuo sano e forte fra i diciotto e i trentacinque anni
culíes: dall’inglese coolies, schiavi importati dalla Cina
con o sin cria: schiave negre che venivano vendute con o senza bambino
el amo: proprietario degli schiavi
cafetales: coltivazioni del caffè
ingenio: azienda in cui si coltivava la canna da zucchero e produceva zucchero
dotación/negrada: gli schiavi di un ingenio
zafra: periodo di raccolto della canna da zucchero che cominciava a dicembre e si concludeva a maggio, all’inizio della stagione delle pioggie
mayoral: dirigente del lavoro degli schiavi
contramayoral: coadiuvante del mayoral
bohíos: capanne dove vivevano gli schiavi
barracones: baracche nelle quali venivano immagazzinati i carichi di schiavi portati dalle navi/ a partire dal 1831 indicava il grosso edificio in muratura in cui furono collocati gli schiavi degli ingenios
concuco: pezzo di terreno dato ad ogni schiavo rurale che poteva coltivare per proprio conto nei giorni festivi
bocabajo: flagellazione che veniva somministrata sulla schiena facendo distendere lo schiavo per terra.