2.9.06

Il Reggae

Il Reggae è un genere musicale originario della Giamaica. Il Reggae unisce ritmi caraibici, il patrimonio tradizionale africano e le musiche delle radio britanniche e americane. Le origini stilistiche del reggae provengono dal Blues e dallo Ska. Lo Ska è un miscuglio tra Rhythm & Blues, Mento e Soud, ed è praticamente il percursore del Reggae.
Gli strumenti tipici sono la chitarra, la batteria, il basso elettrico, la tromba, il sax e, naturalmente, la voce.

Il particolare stile ritmico è caratterizzato da tagli regolari sul “backbeat”, che vengono eseguiti dal chitarrista ritmico e dalla grancassa sul terzo movimento della battuta, ch in gergo vengono chiamati “one drop”. I due colpi della grancassa vengono chiamati “two drop”, i quattro colpi “four drop” ein questo caso la ritmica viene chiamata “stepper.”

Il Reggae è caratterizzato dalla coralità dove la collaborazione tra i musicisti è fondamentale, e dove si osserva l’assenza totale degli assoli. Anche la ripetizione ossessiva delle stesse strutture ritmiche e armoniche danno al reggae quell’effetto ipnotizzante che è tipico delle culture africane.
Il movmento Rastafari è un movimento politico-religioso nato nel 1930 in Giamaica. Bob Marley ha contribuito alla sua diffusione.

Nel Reggae il basso ha una funzione centrale e non viene utilizzato per completare l’armonia, bensí per eseguire vere e proprie melodie che fanno da controcanto alla voce principale.

Le versioni strumentali standard vengono denominate “version” o “riddim”.

I “sound system”, le discoteche ambulanti nate in Giamaica alla fine degli anni cinquanta, sono stati i principali strumenti di diffusione del Reggae. I sound system consentivano infatti alla popolazione piú povera di ascoltare musica da ballo senza dover pagar in costosi ingaggi delle bande di jazz dell’epoca.

Grazie alla competizione dei sound system nacque in breve tempo l’industria gamaicana ed il famosissimo studio di registrazione “Studio One” di Coxdone Dodd.